Campionamento di fibre aerodisperse e relative analisi dei campioni mediante SEM 

Ricerca e monitoraggio amianto (D.M. 06/09/1994 e ss.mm.ii.): Campionamento di fibre aerodisperse e relative analisi dei campioni su SEM con microanalisi EDX, nelle aree di cantiere di Biancavilla


Condividi questa pagina

 -

Campionamento particelle aerodisperse all'aperto con campionatore ZB1 Battery

La Sidercem s.r.l. ha svolto l'attività di monitoraggio ambientale (ai sensi del D.M. 06/09/1994 e ss.mm.ii.) dell'aerodisperso, secondo quanto previsto nel "Piano di investigazione iniziale per il sito di interesse nazionale di Biancavilla. Monitoraggio ambientale e personale previsto per la tutela dell'ambiente e dei lavoratori. Area di cantiere della galleria di Biancavilla".

L'attività, rientrante nell'abito dei lavori di ammodernamento della tratta ferroviaria extraurbana Paternò - Adrano.

Committente: Ministero dei Trasporti - Dip. Trasporti Terrestri - Gestione Governativa Ferrovia Circumetnea.

Le indagini si stanno svolgendo nel territorio comunale di Biancavilla, annoverato tra i siti contaminati di interesse nazionale, a causa della acclamata presenza (fonte: Istituto Superiore della Sanità) della fluoroedenite, appartenente al gruppo degli anfiboli, molto simile ai minerali di amianto sia nella forma e composizione che per gli effetti sull'apparato respiratorio.

Il team di lavoro della Sidercem s.r.l. della divisione ambiente, ha eseguito l'attività di prelievo ed analisi dell'aria con periodicità variabile (da giornaliera a settimanale), sui fronti di attacco della galleria, sulle tubazioni in uscita dell'impianto di estrazione dell'aria proveniente dalle gallerie e su diversi punti delle zone di cantiere e di altre zone a rischio.

Campionamenti e analisi sono eseguiti anche sulle acque utilizzate durante le operazioni di scavo e di nebulizzazione.

Sidercem s.r.l. ha impiegato diversi campionatori ZB1 Battery per campionamenti ambientali in postazione fissa (di costruzione Zambelli s.r.l.). Ciascuno strumento è dotato di:

  • doppia alimentazione (batt. piombo 12 V e rete a 220 V);
  • pompa di aspirazione;
  • controller per la temperatura,
  • flussimetro per il controllo della portata;
  • contatore volumetrico a secco;
  • vuotometro analogico per la misura della depressione creata dalla linea di campionamento.

In qualsiasi momento i tecnici Sidercem hanno potuto:

  • predisporre e visualizzare il flusso di campionamento e la durata del prelievo,
  • controllare la temperatura, il tempo rimanente alla fine del campionamento e la misura del vuoto.

Per la fase di analisi in laboratorio, delle particelle aerodisperse, è stato utilizzato il microscopio a scansione elettronica SEM LEO 1430 con sistema di Microanalisi INCA della OXFORD instruments.

All'interno del microscopio elettronico a scansione (SEM) un fascio di elettroni opportunamente accelerati da un campo elettrico e focalizzati da un sistema di lenti elettromagnetiche, colpisce il campione e ne esplora una determinata superficie mediante un dispositivo di scansione.

Gli elettroni secondari emessi dal campione sono raccolti da un rivelatore che trasmette un impulso elettrico ad un tubo a raggi catodici. Sullo schermo di quest'ultimo si forma quindi l'immagine del campione esplorato dal fascio di elettroni.

Le caratteristiche dello strumento utilizzato, integrato con un sistema di microanalisi EDS, consentono, oltre ad esaminare le caratteristiche morfologiche, di determinare la composizione chimica del campione in esame.

Quanto appena descritto, avviene misurando l'energia e la distribuzione di intensità dei raggi X prodotti dall'interazione del fascio di elettroni con il campione, mediante l'utilizzo di uno spettrometro a dispersione di energia (EDS), integrato con il microscopio a scansione elettronica (SEM).

Lo spettrometro (EDS) è costituito da un cristallo di Si (Li) su cui è stato evaporato uno strato di oro (Au). I fotoni X prodotti dall'interazione elettrone - materia, giungono al rivelatore e vengono elaborati in sequenza. Ogni fotone X penetrando nel cristallo di Si, crea delle coppie elettrone - lacuna in numero proporzionale alla sua energia. Gli elettroni prodotti nel rivelatore vengono raccolti e convertiti mediante un preamplificatore e un amplificatore in un segnale proporzionale al numero di elettroni che lo hanno generato e quindi all'energia del singolo fotone.

Mediante un analizzatore multicanale gli impulsi in uscita vengono classificati in funzione della loro altezza e quindi dell'energia del fotone.

Il risultato finale è quello di avere un istogramma: numero di fotoni - energia. Questo sistema permette di determinare in modo veloce informazioni su tutti gli elementi con numero atomico Z>4 presenti nel campione e la loro concentrazione in termini di percentuale in peso.

Al microscopio elettronico a scansione è integrato un detector che raccoglie gli elettroni retrodiffusi (back-scattered) prodotti dall'interazione del fascio primario con il campione e più precisamente con i nuclei degli elementi presenti nel campione stesso.

Nelle immagini raccolte tramite il detector BSD, la scala di grigio dà un'informazione di tipo chimico: le aree più scure rappresentano zone con elementi a basso numero atomico e le aree più chiare zone con elementi ad elevato numero atomico.

Pertanto incrociando le immagini ottenute con gli elettroni secondari e quelle ottenute con i retrodiffusi, si può ottenere velocemente un'informazione di tipo qualitativo sulla composizione chimica del campione stesso.

I campioni prima di essere analizzati vengono resi conduttivi mediante metallizzazione con oro (Au), effettuata sotto vuoto tramite sputtering catodico.

Il filtro di prelievo viene montato su uno stub di alluminio per microscopia elettronica, utilizzando un adesivo in grafite, e successivamente viene metallizzato con uno strato di Au mediante sputtering catodico, al fine di renderlo conduttivo.

La lettura al SEM viene effettuata utilizzando un ingrandimento di 2000 X e le fibre individuate vengono misurate e poi riconosciute mediante lo spettrometro a dispersione di energia EDS integrato con il microscopio elettronico a scansione.

Vengono conteggiate le fibre di lunghezza ≥5mm, diametro ≤3mm e rapporto lunghezza/diametro ≥3:1.

Tutte le fibre che giacciono completamente entro l'area di conteggio vengono contate come una fibra; quelle a cavallo dei bordi dello schermo vengono contate come ½ fibra; le fibre di un agglomerato vengono contate singolarmente se vengono sufficientemente distinte, anche ad elevato ingrandimento.

Lo staff della Sidercem s.r.l. precisa che le attrezzature per i prelievi e le analisi di fanno parte del patrimonio strumentale aziendale.

 -

Preparazione campionatore ZB1 Battery all'interno della galleria.

 -

Attività di laboratorio: filtri in policarbonato con materiale aerodisperso per la ricerca di fibre di amianto D.M. 06/09/1994

Sidercem

Servizi

Comunicazioni

Supporto

News

06/10/2017

Corso di formazione "La Topografia come tecnica di monitoraggio delle strutt ...

06 Maggio 2017 - Istituto di Ricerca e Sperimentazione Sidercem, Via L. Grassi n. 7 (Area ...


24/05/2017

Corso di formazione "Metodi di estrazione del bitume di un conglomerato bitu ...

24-25 Maggio - Istituto di Ricerca e Sperimentazione Sidercem, Via G. Agnelli n. 22 (Area I ...


Leggi tutte le news

Istituto di ricerca e sperimentazione

Tu sei qui: Home > Lavori eseguiti > Campionamento di fibre aerodisperse e relative analisi dei campioni mediante SEM 

Sidercem s.r.l. - Istituto di ricerca e sperimentazione
Sede legale e laboratorio: Via Libero Grassi n. 7 - C.P. 287 (Area Industriale Calderaro) - 93100 Caltanissetta (CL - Sicilia)
Tel. 0934 565012 - Fax. 0934 575422

Laboratorio: Via Giovanni Agnelli 22 - 95045 Misterbianco (CT - Sicilia)
Tel. 095476942 - Fax. 095475003

P. IVA 01479620856 - C.F. – Iscr. C.C.I.A.A. di Caltanissetta: 01754820874
Capitale sociale: € 102.774,92 i.v. - Contatti

Realizzazione siti web in Sicilia: CLIC - Consulenze per il Web Marketing
Ai primi posti sui motori di ricerca a cura di: A. Argentati - Consulenze aziendali per Internet

Dipartimento della prevenzione -
D.M. 07/07/97 - Analisi Amianto (Metodi MOCF - DRX - SEM) - ist. Sup. Prevenz. e Sicurezza Lavoro

LAB. N. 1291 - Settore chimico
Elenco delle prove accreditate

L'importanza dell'accreditamento

Questa versione del browser (Internet Explorer 6) è ormai obsoleta. Ti consigliamo di eseguire un aggiornamento all'ultima versione disponibile.